Ci sto? Affare fatica! - Facciamo il bene comune

Ci sto? Affare fatica! - Facciamo il bene comune

Progetto coordinato dal CSV Marche e finanziato dalla Regione Marche per il biennio 2020/21, con l'obiettivo di stimolare i giovani a valorizzare il tempo estivo, attraverso attività concrete di cittadinanza attiva e cura dei beni comuni, accompagnati da comunità adulta e realtà del Terzo settore.


Promosso dal Centro servizi per il volontariato Marche è la prima edizione di livello regionale del progetto avviato qualche anno fa dalla coop. soc. Adelante onlus su diverse zone del Veneto, e che nel 2019 aveva coinvolto anche 3 Comuni marchigiani (Senigallia, Corinaldo e Ostra Vetere).
Inserito nel piano biennale 2020/21 delle politiche giovanili e finanziato dalla Regione Marche - PF politiche giovanili e sport, con un investimento complessivo di 341.000 euro per il biennio, il progetto coinvolgerà 14 Comuni nella prima annualità, ma punta a coinvolgerne molti di più su tutta la regione nella seconda annualità 2021.
“Ci sto? Affare fatica! - Facciamo il bene comune” intende recuperare il prezioso contributo educativo e formativo dell’impegno, in particolare di quello manuale. Il progetto intende stimolare i giovani a valorizzare al meglio il tempo estivo, un tempo critico, spesso vuoto di esperienze e perciò di significato – soprattutto per le giovani generazioni - attraverso attività concrete di volontariato, cittadinanza attiva e cura dei beni comuni, affiancati e accompagnati dalla comunità adulta locale afferente l’area territoriale interessata, anche attraverso il coinvolgimento delle realtà del Terzo Settore e in particolare, là dove presenti, di organizzazioni giovanili.
Ulteriori temi-obiettivo sono:
- la dimensione intergenerazionale;
- recupero del valore della manualità e della fatica (accompagnata da un riconoscimento).
- un investimento educativo sul tempo estivo (collaborando con scuole, enti locali e associazioni, dalla primavera di ogni anno per progettare in sinergia interventi ad hoc);
- la dimensione del gruppo
- la cura e la tutela dei beni comuni (le giovani generazioni sono educate a un processo virtuoso di custodia e – laddove possibile – ripristino del proprio territorio, fornendo loro l’occasione di sentirsene responsabili). I destinatari del progetto sono principalmente i giovani dai 16 ai 35 anni (partecipanti dai 16 ai 21 anni e tutor dai 21 ai 35 anni), ma anche enti locali, associazioni del terzo settore e giovanili.

Il percorso del progetto e come funziona
1 - Dapprima c'è un'azione sui territori per presentare e condividere il percorso con amministratori di Enti Locali, scuole e realtà del Terzo Settore, al fine di individuare luoghi dove poter realizzare le attività di progetto e sensibilizzare e selezionare disponibilità per i ruoli di tutor e handyman.
2 - Poi c'è la fase di iscrizione al progetto da parte dei giovani, dai 16 ai 21 anni, che potranno scegliere di partecipare a una o più settimane, durante i mesi estivi. Le iscrizioni avverranno attraverso la piattaforma digitale www.cistoaffarefatica.it.
3 - In base agli iscritti, verranno formate 'squadre' da una decina di ragazzi/e ciascuna, più un giovane tutor (21-35 anni) e uno o più volontari adulti handyman o “maestri d’arte”, portatori di competenze tecniche/artigianali specifiche, da trasmettere ai giovani (falegnameria, pittura edile, manutenzione del verde, ecc.), che svolgeranno insieme ai giovani le mansioni assegnate.
4 - Le attività rivolte alla cura dei beni comuni saranno individuate nella rete dei soggetti coinvolti e i gruppi le realizzeranno per pacchetti settimanali, dalle 8.30 alle 12.30, dal lunedì al venerdì, nelle settimane da fine giugno a luglio (se necessario, l’attività potrà essere estesa in parte nel mese di agosto e nella prima metà di settembre).
5 - Come riconoscimento all'impegno profuso, per tutti i ragazzi/e partecipanti sono previsti dei “buoni fatica” settimanali del valore di € 50,00 (per i tutor del valore di € 100,00) spendibili in negozi convenzionati col progetto (abbigliamento, spese alimentari, libri, tempo libero, materiale informatico).
Tenendo conto delle disposizioni in materia di contenimento e gestione dell'emergenza Covid 19 l'obiettivo è creare percorsi sicuri, ma significativi di ripartenza e impegno sociale. Le attività si svolgeranno prevalentemente all'aria aperta e nel rispetto delle misure per la sicurezza sanitaria (mascherine, distanziamento, igienizzazione mani, sanificazione oggetti e spazi...), in ottemperanza alle Linee guida per la gestione in sicurezza di attività per bambini e adolescenti emanate dal Dipartimento politiche per la famiglia.
Particolare attenzione sarà dedicata alla comunicazione in itinere, attraverso immagini foto e video veicolate dagli stessi giovani attraverso i canali social del progetto, per rendere virale impegno, fatica e cura dei beni comuni, e alla restituzione, attraverso conferenze e dibattiti successivi per favorire la conoscenza e la trasferibilità dell’esperienza.

Per seguire le attività, vai alla pagina facebook e al profilo Instagram del progetto

logoregionemarchecistoaffarefatica

 

 

Di seguito riportiamo le notizie che riguardano il progetto
Nei 14 comuni aderenti,  concluse le attività e consegnati gli attestati ai ragazzi che si sono impegnati  in azioni concrete di cura di beni comuni e spazi pubblici, grazie al progetto coordinato dal CSV Marche e finanziato dalla Regione Marche
Si chiude la stagione 2020 della rubrica CSV in onda su èTV Marche: quarta e ultima puntata in esterni dedicata al CSV, dal coordinamento del nuovo progetto estivo per giovani che vogliano impegnarsi nella cura dei beni comuni, ad una riflessione sull'impatto dell'emergenza sanitaria sul mondo del Terzo settore
Sono aperte le iscrizioni per i ragazzi, dai 16 ai 21 anni, che con la guida di giovani tutor saranno impegnati in azioni di cittadinanza attiva per la cura e valorizzazione di beni e spazi pubblici. Anche i comuni di Pesaro, Pergola, Fossombrone e Fano sono tra i 14 comuni marchigiani che hanno aderito al progetto, di durata biennale, finanziato dalla Regione e coordinato dal CSV Marche.
Sono aperte le iscrizioni per i ragazzi, dai 16 ai 21 anni, che con la guida di giovani tutor saranno impegnati in azioni di cittadinanza attiva per la cura e valorizzazione di beni e spazi pubblici in 14 comuni marchigiani. Il progetto, finanziato dalla Regione, è coordinato dal CSV Marche e rappresenta la prima edizione di livello regionale, nell'ambito del più ampio percorso nato qualche anno fa dalla cooperativa sociale Adelante onlus in Veneto. I ragazzi al termine di ogni settimana saranno ricompensati con appositi "buoni fatica" del valore di 50 euro spendibili nei negozi convenzionati.