Emergenza Coronavirus: dalle consegne a domicilio al supporto telefonico, iniziative del volontariato marchigiano da pagina fb Cb Club Mattei

Emergenza Coronavirus: dalle consegne a domicilio al supporto telefonico, iniziative del volontariato marchigiano

Città: ANCONA - Sabato, 21 Marzo 2020 Scritto da

Continua il racconto di quelle associazioni che, di fronte all'emergenza Coronavirus e alle disposizioni normative in vigore, hanno riorganizzato i loro servizi per non abbandonare chi ha bisogno, ma al contempo salvaguardare la sicurezza sanitaria. A loro va il nostro grazie.

ANCONA - Come già fatto nei giorni scorsi, anche questa settimana abbiamo voluto raccogliere e rilanciare le iniziative di alcune associazioni marchigiane che, in questa fase di emergenza sanitaria e di misure di "isolamento sociale", hanno attivato forme di supporto a distanza o riorganizzato i loro servizi, per non far sentire ancora più isolate, soprattutto le categorie più fragili.  
L'emergenza epidemiologica da Covid-19 e i provvedimenti normativi per contrastare la diffusione del contagio, hanno infatti investito tutto e tutti, con un impatto notevole sulle organizzazioni non profit, perché la solidarietà è fatta anche di vicinanza fisica e di relazioni sociali. Tante associazioni hanno dovuto sospendere le attività, ma altre hanno un po' riorganizzato i loro servizi con differenti modalità di erogazione, per salvaguardare la sicurezza sanitaria, in collaborazione con le amministrazioni comunali e la protezione civile.

NEL PESARESE
Nel pesarese, zona tra le più colpite della regione, nell'ambito dei Coc (Centri operativi comunali) sono mobilitati i volontari della protezione civile, come quelli dell'associazione di protezione civile "Cb Club Mattei" di Fano, attiva con l’iniziativa "Resta in casa! La spesa te la portiamo noi." per la consegna a domicilio dei soggetti più fragili di generi alimentari e medicinali. Rivolto ai soggetti che ne hanno diritto, il servizio può essere richiesto contattando i numeri 0721  887485/ 887483.

Sempre a Fano, è attivo, tutti i giorni, lo sportello telefonico dell'Auser  (0721.825805) per assistenza e compagnia telefonica (filo d’argento) che viene svolto in altre postazioni.

E sempre a distanza, continua, in qualche modo, anche la scuola gratuita di italiano per stranieri (corso L2) che rappresenta la mission dell'associazione Millevoci per favorire l'integrazione degli immigrati: sospese tutte le sue attività in presenza (che in media coinvolgevano ogni giorno oltre 30 persone), l'associazione ha cominciato a postare sulla sua pagina fb le videolezioni di un corso L2 realizzate qualche anno fa per la web tv del progetto "Noi mondo tv", e attraverso skype e whatsapp, alcuni volontari da casa loro cercano di continuare un dopo scuola.  

A Pesaro, si segnala invece l'associazione "Villa c'è" che, avendo dovuto sospendere tutte le attività aggregative, ha provato a continuare ad "animare" la comunità del quartiere (Villa Ceccolini) attraverso la sua pagina fb omonima, per tenersi in contatto, seppur a distanza, con post che consigliano libri, poesie, siti di letture, al fine di spezzare la monotonia dell'isolamento in casa: il messaggio è "non dimentichiamoci" reciprocamente, ma anche di chi è più in difficoltà, invitando anche a una semplice telefonata di compagnia.  Insomma, spostamenti e aggregazione si sono fermati, ma le idee continuano a muoversi.

NELL'ANCONETANO
A fronte dell'attuale emergenza sanitaria, la CRI (Croce rossa italiana) - Comitato di Senigallia ha attivato due importanti servizi: "CRI per te" servizio di consegna a domicilio della spesa e di farmaci ad anziani, persone fragili e immunodepressi. Per richiedere la prestazione, chiamare il numero verde 800 065510 e concordare con gli operatori la consegna a casa. La richiesta può essere anche inoltrata inviando un sms al numero 43 53 535: un operatore provvederà a ricontattare l’utente quanto prima. "I SAFE - CRI per le emergenze" è invece un servizio di supporto informativo telefonico per aiutare la popolazione: dal lun al ven, dalle 9 alle 12 e dalle 15 alle 19, si può telefonare al numero 331 6425836 per ricevere supporto psicologico, oppure al numero 347 2321694 per supporto sanitario.

NEL MACERATESE
La Croce Verde di Monte San Giusto ha attivato il servizio di consegna farmaci a domicilio a tutti gli anziani oltre i 65 anni, famiglie con figli disabili o impossibilità a muoversi. In collaborazione con medici di base, farmacie del Comune e sotto coordinamento dell'amministrazione comunale. Sono i medici che,  ricevuta la chiamata delle persone interessate, inviano impegnativa direttamente in farmacia, che poi si mette in contatto con la Croce Verde.

“Macerata Vicina” è invece l'iniziativa messa in campo dall'amministrazione comunale: una linea di ascolto per persone che sentono il bisogno di parlare e condividere difficoltà, paure o emozioni, e anche di supporto per la consegna di farmaci e beni di prima necessità, che risponde al numero verde 800 814 819, tutti i giorni dalle ore 8,30 alle 18,30.  E che si unisce ai due numeri telefonici 340 4736401 e 349 4500867 che restano ancora attivi per raggiungere lo stesso servizio. Questa forma di aiuto, attivata dai Servizi sociali comunali in collaborazione con lo Sportello Informanziani IRCR si avvale di 15 associazioni del territorio e di operatori selezionati ad hoc e opportunamente formati.

A San Severino è attivo, per ogni necessità, il numero telefonico in funzione dalle ore 8 alle 20, completamente dedicato all’assistenza alla popolazione per richieste di beni di prima necessità, ma anche farmaci, ricariche telefoniche e per fare la spesa, a cura dei volontari gruppo comunale di Protezione Civile: tel. 333 6116712

NEL FERMANO
A Fermo, è molto attiva la Croce rossa in diversi ambiti operativi, oltre che nelle attività ordinarie: attività di presidio presso il pronto soccorso del'ospedale, supporto al servizio di portineria per la gestione degli ingressi presso la casa di riposo “Sassatelli” e sostegno ai Comuni nella pianificazione delle misure più appropriate per l’assistenza alla popolazione. Inoltre con il progetto ribattezzato 'Il Tempo della Gentilezza’ garantisce agli over 65 la consegna di medicinali e beni di prima necessità.  Contattare il numero 3343161287, il mattino dalle 10 alle 12 e il pomeriggio dalle 15 alle 17. Nei giorni scorsi poi, è nata una collaborazione con i Vigili del fuoco volontari di Fermo, che hanno deciso di “lasciare” temporaneamente la propria divisa per vestire quella della Croce rossa e scendere in campo a supporto delle attività per fronteggiare l’emergenza Covid-19 messe in campo dal Comitato fermano della CRI.

Sul fronte del contrasto al disagio sociale e le povertà, l'associazione Il Ponte di Fermo, ha dovuto interrompere il servizio di mensa, ma si è riorganizzata per preparare pasti da asporto e consegne a domicilio. Per info: 0734-226972    335 7060324.

NELL'ASCOLANO
Da Monsampolo del Tronto arriva invece la testimonianza dell'associazione di volontariato Kairos, impegnata nel contrasto alle povertà e all'esclusione sociale, che, nel rispetto delle misure adottate per il contenimento dell'emergenza epidemiologica, ha dovuto chiudere il proprio centro di raccolta e consegna vestiario, ma per non abbandonare del tutto le persone assistite (una 40ina  di famiglie) ha mantenuto, riorganizzandolo, il servizio di distribuzione pacchi alimentari. In collaborazione con la Protezione civile, le scorte di viveri presenti in sede sono state suddivise in pacchi e le consegne sono state effettuate su appuntamento o al domicilio in accordo con gli utenti seguiti, con la dovuta attenzione alla sicurezza sanitaria. "Le eccedenze alimentari - spiega la presidente di Kairos, Simonetta Sgariglia - sono state condivise con le Caritas di Ascoli e San Benedetto del Tronto, per la preparazione di pasti da asporto. C'è stata anche una nota azienda che, vista la situazione difficile, ci ha donato pasti pronti già confezionati da distribuire... questa generosità inaspettata, in un momento che è difficile per tutti quanti, ci ha sorpreso e incoraggiato".

La sede dello IOM Ascoli Piceno Odv rimane chiusa al pubblico, ma per qualsiasi necessità e richiesta,  pur nei limiti imposti dall'emergenza, l'associazione risponde al numero 333.1252563 o alla mail Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per restare in contatto con i malati e i loro familiari, è attivo un servizio di supporto psicologico a distanza, con una dottoressa esperta, disponibile ad effettuare colloqui attraverso videochiamate e telefono: un aiuto importante, sottolineano dall'associazione, in momenti di grande disagio, paura e stress come quello che stiamo attraversando.  

Infine l'Avis provinciale di Ascoli ha dapprima rilanciato l'appello per promuovere le donazioni di sangue, che avevano visto un calo, e poi ha avviato una raccolta fondi per l'acquisto di materiale sanitario per il personale medico e per i donatori: già donate 25.000 mascherine all'Area vasta 5 e 5000 per i donatori.

Ultima modifica il Lunedì, 23 Marzo 2020 13:08