Giovo

Sono Mattia ed ecco il mio progetto per Fabriano: una "passeggiata tra la Storia"

4 minuti di lettura (896 parole)
Mattia Genovese
Riportiamo la testimonianza di Mattia Genovese che ci racconta il progetto messo in piedi insieme a un gruppo di amici/collaboratori per la riqualificazione del sentiero nel quartiere storico di San Lorenzo e nel parco fluviale del Giano, a Fabriano.
Visita al sentiero del parco fluviale del Giano


Vi è mai successo di dire o semplicemente di pensare una frase tipo: "Quanto sarebbe bello se si valorizzasse quest'area della nostra città?!", oppure "È un peccato che il Comune non sistemi questa zona". Questo è esattamente ciò che è successo a me ed è la cosa che mi ha spinto a ideare il progetto "Passeggiando tra la storia"

Sono Mattia Genovese, ho 29 anni e sono di Fabriano. Nel 2022 mi sono laureato in Filosofia presso l'ateneo di Macerata. Nello stesso anno ho vinto una borsa di studio per un master di primo livello in Project Management per la Montagna presso Unimont, polo d'eccellenza dell'università Statale di Milano. Attualmente collaboro con diverse realtà nel settore della progettazione e gestione di progetti.

Nel 2021 insieme a otto amici laureati e/o laureandi in diverse discipline abbiamo realizzato il progetto di cittadinanza attiva "Passeggiando tra la storia". L'idea è stata quella di costruire un sentiero di circa un chilometro nel quartiere storico di San Lorenzo e nel parco fluviale del Giano, un parco che esiste sulla carta ma non nella realtà. Il progetto è stato particolarmente ambizioso tanto che ha richiesto le conoscenze e le competenze di: due laureandi in ingegneria e architettura (Simone Bevilacqua e Samuele Gjyzeli) che hanno curato la parte di Urban Design, due laureandi in ingegneria informatica (David Caprari e David Ceka) che hanno realizzato il sito www.passeggiandotralastoria.it e la ricostruzione grafica 3D, due ragazzi laureati e laureandi in filosofia e psicologia che hanno curato la ricerca storia e botanica (Danilo Ciccolessi e Martina Gasparrini) ed infine altri due che hanno curato i social network (Nicola Teodori e Priscilla Mariani) che hanno studiato psicologia ed economia e management, oltre al mio lavoro di scrittura del progetto, coordinamento e rendicontazione e valutazione del progetto.

Nel 2021 insieme a otto amici abbiamo realizzato il progetto di cittadinanza attiva "Passeggiando tra la storia": l'idea è stata quella di costruire un sentiero di circa un chilometro nel quartiere storico di San Lorenzo e nel parco fluviale del Giano

Tutte queste competenze sono servite perché il progetto "Passeggiando tra la storia" vuole collegare diversi monumenti situati lungo il percorso: la chiesa di San Lorenzo (XI sec.), il torrione (XV sec.), il ponte (XV sec.), oltre che un albero plurisecolare che racconta tradizioni contadine del luogo. Tutto questo è stato possibile grazie alla vincita di un piccolo finanziamento di €4.700 stanziato dal progetto nazionale "Si può fare" il cui capofila era "Cantiere Giovani" e come tutor per la Regione Marche era presente "La Goccia". Anche la collaborazione con associazioni di volontariato come l'UICI (che ha donato le targhe in braille) e Fabriano Storica (per la ricerca storica) è stata fondamentale per la buona riuscita del progetto.

In due anni e mezzo abbiamo portato in visita sul percorso una cinquantina di classi di scuole di ogni ordine e grado, abbiamo organizzato conferenze a cui anno partecipato centinaia di concittadini, abbiamo collaborato in molte occasioni con la Fondazione Fedrigoni Fabriano per le aperture straordinarie del Paper Pavilion e del Archivio Storico delle Cartiere Miliani.
Sul sentiero si sono svolte per due anni consecutivi le attività del progetto "Ci Sto? Affare fatica!" del quale nel primo anno sono stato tutor. Quest'ultima esperienza è stata particolarmente significativa in quanto altri ragazzi che hanno partecipato hanno attivamente allontanato la rassegnazione e l'abbandono, impegnandosi nella manutenzione del percorso per renderlo fruibile a tutta la comunità.

Scolaresca in visita al sentiero

Il progetto secondo la valutazione finale che segue standard internazionali e che è stata presentata in diversi territori a livello nazionale, riporta che il valore finale del prodotto/servizio che abbiamo realizzato ammonta ad oltre € 81.000 a fronte dei €4.700 euro d'investimento iniziale. 
Nonostante questo e le ormai innumerevoli ore che ho personalmente dedicato al progetto sento di poter dire di aver ricevuto di più di quanto ho dato e questo è mi è parso chiaro sentendo da lontano una mamma che diceva ai propri bambini: "Se fate i bravi vi porto in un posto magico. Si chiama il sentiero Passeggiando tra la storia".
Il mio augurio per tutti noi è che possiamo sempre più spesso trovare le forze, le energie, il tempo solo e soltanto per creare un posto magico che possa suscitare la meraviglia di tutti. 
Solo e soltanto per rendere il mondo un posto migliore.


Inaugurazione del sentiero. Poco prima si era svolto un laboratorio di privazione sensoriale con i bambini delle scuole elementari. Sono stati bendati mentre erano sul sentiero e poi gli è stato chiesto di dipingere con acquerelli su carta fatta a mano ciò che avevano sentito con gli altri sensi. I disegni sono stati poi esposti lungo il percorso
La fonte ritrovata, grazie al volontariato