Ufficio Regionale Runts. Cosa devono fare gli Enti iscritti per trasmigrazione.

Città: ANCONA - Venerdì, 29 Luglio 2022 Scritto da Ufficio stampa CSV Marche

Prosegue l'attività di verifica e di consolidamento dei dati di ODV e APS trasmigrate dai vecchi Registri di settore al RUNTS. Emanato dalla Regione Marche il primo Decreto cumulativo di consolidamento delle iscrizioni. Entro 90 giorni, gli iscritti sono chiamati ad adempiere nuove pratiche.

ANCONA - CSV Marche Ets informa che l'Ufficio regionale del RUNTS della Regione Marche dal mese di aprile ad oggi ha già notificato un gran numero di richieste di integrazioni a cui gli enti devono rispondere entro 60 giorni dalla data di notifica, che è anche la data di inserimento nell’ elenco Enti in trasmigrazione che necessitano di integrazione aggiornato quotidianamente nella sezione del portale RUNTS denominata “lista enti” 

A seguito delle risposte inviate dagli enti e dall’accertamento positivo della documentazione inviata, l’ Ufficio regionale del RUNTS il 26 luglio c.a. ha emanato il primo Decreto di Iscrizione cumulativa di Enti già iscritti nei precedenti registri e trasmigrati nel Registro Unico Terzo Settore.

Gli enti inseriti nel decreto hanno ricevuto una notifica alla Pec dell’associazione comunicata al RUNTS e sono stati inseriti nella lista Enti iscritti per trasmigrazione del portale del RUNTS.

Man mano che l’Ufficio regionale chiuderà le istruttorie aperte a seguito delle operazioni di trasmigrazione, emanerà altri decreti di iscrizione cumulativa o di diniego. I decreti sono pubblicati nella pagina Norme Marche e vanno ricercati nella sezione Decreti di Giunta.

Una volta iscritti, entro 90 giorni, gli enti dovranno accedere alla piattaforma del RUNTS per integrare e aggiornare i dati inseriti d’ufficio e per depositare il bilancio o il rendiconto 2021 con i relativi allegati e il bilancio sociale 2021 (per chi è obbligato a redigerlo).

Per inviare le pratiche, in questa fase, sono necessari l’identità digitale (SPID o carta CIE) e la firma digitale del legale rappresentante dell’ente o del legale rappresentante della rete associativa a cui l’ente aderisce (per le reti associative autorizzate ad inviare le pratiche si rimanda a questo articolo)

Solo per il deposito del bilancio potrà accedere anche il commercialista con proprio SPID e firma digitale.

 

PRATICA DI VARIAZIONE DATI

Ai sensi della Circolare del Ministero del lavoro e delle politiche sociali, n.9 del 21.04.2022 , una volta iscritti, gli enti trasmigrati possono accedere al RUNTS attraverso il Front Office del portale, verificare gli elementi già inseriti a sistema, integrarli e/o aggiornarli con le ulteriori informazioni, entro 90 giorni dall’iscrizione al RUNTS così da assicurare, anche in vista dell’apertura del RUNTS alla libera consultazione da parte dei cittadini, la piena conoscibilità e trasparenza degli assetti prescritta in capo agli ETS.

Gli enti iscritti provvederanno, mediante la funzione VARIAZIONE, a inserire quali informazioni integrative:

  • le eventuali sedi secondarie dell'ente (ricordando che non costituiscono sedi secondarie dell'ente le sedi legali delle proprie articolazioni autonome o quelle degli enti ad esso affiliati);
  • completare le informazioni sui titolari di cariche sociali, con particolare riferimento agli amministratori e ai relativi poteri e ai componenti dell'organo di controllo (ove nominato). Andranno inseriti: nome e cognome, codice fiscale, luogo e data di nascita, carica o cariche sociali ricoperte e data di nomina.
  • manifestare la propria intenzione di accedere al 5 per mille (inserendo la relativa spunta e l'iban del conto corrente per l’accredito della somma)
  • aggiornare l'elenco degli enti aderenti o inserire l'affiliazione ad un ente anche se lo stesso non sia ancora qualificabile come rete associativa.

L’inserimento a sistema delle generalità degli amministratori e dei componenti dell'organo di controllo (ove nominato) consentirà, successivamente, che tali soggetti possano accedere ed effettuare, per conto dell'ente, il deposito degli atti o l'aggiornamento delle informazioni, in modo da non far gravare tutti gli adempimenti esclusivamente sul rappresentante legale dell’ente o sul rappresentante della rete associativa cui l'ente eventualmente aderisce.

PRATICA DI DEPOSITO BILANCIO

Secondo le indicazioni della Nota Direttoriale n. 5941 del 5 aprile 2022, sempre entro 90 giorni dall’avvenuta iscrizione nel RUNTS, gli enti dovranno trasmettere attraverso la funzione DEPOSITO BILANCIO della piattaforma i seguenti documenti:

  • il bilancio o rendiconto 2021 approvato e redatto secondo i modelli ministeriali accompagnato dal verbale di approvazione in Assemblea dei soci e dai rendiconti delle raccolte fondi occasionali eventualmente svolte, oltre ad eventuali altri allegati;
  • il bilancio sociale 2021 (obbligatorio per gli enti che abbiano ricavi, rendite, proventi o entrate comunque denominate superiori a 1 milione di euro)

Il bilancio e i relativi allegati vanno salvati e inviati nel formato pdf/A (dimensioni max 8 MB).

Il deposito del bilancio, oltre che dal rappresentante legale dell’ente o della rete associativa, potrà essere trasmesso anche dal commercialista con proprio SPID e firma digitale.

Agli enti coinvolti nel processo di trasmigrazione che non sono ricompresi nel primo decreto cumulativo ricordiamo di continuare a controllare costantemente la casella Pec ed ogni altro indirizzo dell’associazione fornito al RUNTS, nonché di monitorare l’elenco Enti in trasmigrazione che necessitano di integrazione aggiornato quotidianamente nella sezione del portale RUNTS denominata “lista enti” 

Maggiori dettagli e i contatti dell’ Ufficio regionale del RUNTS sono disponibili alla pagina del sito web della Regione Marche https://www.regione.marche.it/Regione-Utile/Sociale/RUNTS

Per info, chiarimenti e supporto è sempre possibile rivolgersi al CSV Marche, ai recapiti degli sportelli provinciali  

Ultima modifica il Venerdì, 29 Luglio 2022 18:41